lanciano0

Comunicati Stampa & Informazioni

 

a cura del Responsabile dell'Informazione

Ufficio di Staff del Sindaco

 sindacofb 753bf
 
 
 

Lanciano “La Cultura dell’Anima” - Candidatura a Capitale della Cultura Italiana 2020

InvitoPresentazione11Nov17 ff786 0c888Estratto della presentazione pubblica di sabato 11 novembre 2017 – Casa di Conversazione

 

 

 

Il progetto vuole proporre un modello di cultura finalizzato alla valorizzazione del territorio, che rafforzi la coesione sociale, il dialogo fra religioni e etnie diverse, che preveda la collaborazione fra pubblico e privato, che realizzi importanti infrastrutture a beneficio delle attività culturali e, infine, che coinvolga tutte le realtà culturali, imprenditoriali, scolastiche.
Il progetto si articola in quattro capitoli:
Lanciano Smart Cultural city - sono previsti importanti recuperi di edifici e strutture, la riorganizzazione degli spazi culturali della città e il coordinamento della collaborazione fra Amministrazione e Associazioni. Questo parte del progetto prevede la messa in rete e la creazione di un sistema museale diffuso costituito da ben sei strutture nel quartiere di Civitanova: San Nicola, Palazzo Berenga, Santa Maria Maggiore, la Casa Museo Federico Spoltore, Il Museo Diocesano ed il Parco delle Arti Musicali. In queste strutture troveranno la collocazione il ricchissimo tesoro artistico della Diocesi, una Pinacoteca Comunale, il Museo della Resistenza e della Rivolta Lancianese, il Centro di Documentazione Masciangelo ecc.
Il progetto prevede inoltre il recupero urbano del quartiere e la valorizzazione del percorso delle “Ripe” per l’insediamento di attività artigiane, turistiche e di ristorazione.
Nell’ambito del progetto di Lanciano come Smart Cultural city viene proposto sia il ricchissimo palinsesto di eventi culturali che ormai fanno parte della tradizione lancianese, come l’Estate Musicale Frentana ed i Corsi Internazionali estivi, la Settimana Medievale, il Settembre Lancianese, la stagione teatrale, il Mese della Cultura, la rassegna di presepi artistici sia due importanti eventi appositamente ideati per il 2020: una mostra di arte orafa e di gioielli dal titolo: “Da Nicola Gallucci a Nicola Cerrore – 600 anni di arte orafa frentana”, con esposizioni di capolavori rinascimentali e moderni di valore inestimabile e la mostra d’arte moderna che diverrà esposizione con dipinti della collezione Alfredo e Teresita Paglione realizzati tra il 1968 e il 1997 da tre importantissimi autori: Arturo Carmassi, Gastόn Orellana, Claudio Bonichi intitolata «Il fascino dell’immagine. Tradizione e modernità»

La cultura come leva per lo sviluppo è il tema del secondo progetto, che prevede la creazione di un HUB culturale nella zona di futuro sviluppo urbano che nascerà dalla prosecuzione del Corso lungo il Parco pubblico di Villa delle Rose, e che vedrà la messa in rete di quattro strutture culturali: il Polo Museale, La Biblioteca Liberatore, le Ex officine della Sangritana e l’ex Calzificio Torrieri.
Quest’ultimo, in particolare, sarà la nuova sede dell’Editrice Carabba, dell’Università “Vincenzo Bellisario” del conoscere in ogni età e del Centro per la produzione e la diffusione di competenze digitali ed innovative per la scuola, il lavoro e la società (Rete Abruzzo per il Talento e l’Innovazione – RATI). Un polo culturale vero e proprio dove si terranno stage di formazione filosofica a beneficio di docenti e studenti, un art incubator per talenti silenziosi, la creazione di debate club delle scuole e organizzazione del torneo regionale di high school debate, esperienze di coworking e un FabLab innovation making.
Il progetto, inoltre comprende numerose attività proposte da associazioni culturali, la Scuola civica di musica, un convegno su Fedele Fenaroli, il concorso nazionale di teatro per le scuole medie superiori, il progetto Chiese Aperte, ColorAmo Lanciano, il concorso nazionale “lettere d’amore dal carcere”, corsi di lingua per immigrati realizzati da studenti di scuole superiori. Inoltre progetti di assistenza linguistica per madri e bambini immigrati nelle strutture sanitarie e sulla cultura della legalità.
Il terzo progetto, denominato “Il Cammino dell’anima” intende creare occasioni di incontro e di riflessioni fra culture e religioni diverse. In particolare nel mese di aprile 2020, nell’arco di pochi giorni l’una dall’altra, ricorreranno le principali festività delle tre religioni monoteiste (la Pasqua Cattolica, Ortodossa, Ebraica ed il Ramadan), proprio in occasione della singolare coincidenza sarà organizzata una “settimana del dialogo interculturale” con convegni, incontri religiosi e due momenti di straordinaria importanza: una messa congiunta fra rappresentanti delle tre religioni monoteiste e un concerto straordinario della pace tenuto dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile con musicisti provenienti da territori attualmente in conflitto. Il programma del terzo progetto si arricchisce di numerosi eventi quali una rassegna cinematografica “Il cinema dell’anima”, una rassegna di Teatro Sacro e della Memoria, il Festival Alexian and International Friends sulla cultura Rom organizzato da Santino Spinelli, la rassegna Con(fusioni), un convegno sull’etica e l’intelligenza artificiale. Ma anche rassegne su cibo, fede e culture religiose diverse e sull’acqua, gli orti di S. Egidio e le tradizioni della cultura contadina.
Il quarto progetto denominato “dalla Maiella ai trabocchi”, infine, vuole sviluppare il turismo e l’integrazione con territorio attraverso una serie di iniziative ed investimenti in infrastrutture.
In esso è prevista la ristrutturazione dell’ex istituto De Giorgio in Albergo del Pellegrino, la creazione di un’area per Camper, la programmazione e la promozione di pacchetti turistici e iniziative culturali finalizzate alla destagionalizzazione del turismo verso i fine settimana e i “ponti festivi” sul modello di turismo già affermato in altre regioni come l’Umbria e la Toscana.
In particolare, i pacchetti del fine settimana saranno gestiti in collaborazione con le attività commerciali e di ristorazione della città e con le associazioni culturali in modo da organizzare un’offerta turistica completa che preveda eventi culturali, negozi aperti durante le festività e fino a tarda sera, menù speciali nei ristoranti e pacchetti hotel a prezzo scontato. Sempre in queste occasioni saranno proposti pacchetti di turismo esperienziale con corsi di Presepi, di Scacchi, di cucina, di teatro, visite in cantina e nei frantoi ecc.
Il progetto prevede inoltre il potenziamento della rete di trasporti verso per mettere in collegamento Lanciano con la Via Verde e la Costa dei Trabocchi con offerte di treno+bici e una linea di collegamento con autobus con la costa di trabocchi con corse in estate fino a tarda serata. Saranno messi in rete i B&B ed i locali ed i ristoranti del centro storico di Lanciano così da creare un albergo-ristorante diffuso all’interno dei quartieri medievali.
Il progetto prevede un complesso organigramma che oltre alla cabina di regia e uno staff tecnico, si avvale di numerosi gruppi di lavoro composti dalle numerose associazioni culturali, ognuna nel proprio ambito di competenza. Uno sforzo straordinario di investimenti ed eventi che in caso di aggiudicazione muoveranno complessivamente un budget superiore ai nove milioni di euro con ricadute ben superiori sull’economia locale in termini di turismo, nuove attività, commercio e servizi.
Lanciano, 11 novembre 2015
Il Sindaco Mario Pupillo L'Assessore alla Cultura Marusca Miscia
Per il partner tecnico Studio Eventi e Congressi, Umberto Di Menno

 

SINTESI PROGETTO

Comune di Lanciano - Piazza Plebiscito, 59 - 66034 Lanciano (ch)

P.I. 00091240697
eMail Certificata: comune.lanciano.chieti@legalmail.it
Tel. 0872-7071 - Numero Verde 800 015 810

 

Per informazioni sul sito: urp@lanciano.eu

 

 

html5 468c9 css3 9115a