lanciano0

Contributi a nuove iniziative imprenditoriali nei quartieri del Centro storico di Lanciano-2017/2018

centro storico fa28aLe domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13,00 del 30.04.2018, utilizzando la modulistica predisposta dal Comune, pena l’esclusione.

 

 

BANDO PER LA CONCESSIONE DI MISURE DI SOSTEGNO ECONOMICO A NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI ARTIGIANALI E COMMERCIALI, FINALIZZATE AL RECUPERO, PROMOZIONE E RIQUALIFICAZIONE DEL TESSUTO SOCIALE E URBANO DEI QUARTIERI DEL CENTRO STORICO DI LANCIANO

  L A   D I R I G E N T E

Visti i seguenti atti amministrativi:
- Deliberazioni di C.C. n. 45 del 21.06.2013 e n. 38 del 17.07.2017, concernenti l’approvazione del “Regolamento per la concessione di misure a sostegno economico a nuove iniziative imprenditoriali artigianali e commerciali, finalizzate al recupero, promozione e riqualificazione del tessuto sociale ed urbano del centro storico di Lanciano”;
- Determinazione Dirigenziale n. 1800/229 del 6.12.2017, che approva il presente bando,

RENDE NOTO

che è indetto un bando di concorso per l’assegnazione di contributi a fondo perduto in favore delle nuove iniziative imprenditoriali avviate dal 1° aprile 2017 o da avviare nell’anno 2018 nella zona storica della Città, nella specifica area indicata al successivo punto 2.

1. MISURA DEI CONTRIBUTI

La dotazione del Fondo è di Euro 109.345,49.
Il contributo sarà pari al 30% delle spese sostenute e documentate e comunque non superiore all’importo di € 15.000,00 (quindicimila) per ciascuna impresa.
I contributi rientrano nel regime de minimis dalla normativa comunitaria (Regolamento CE n. 1407 del 18 dicembre 2013).

2. AREA DI INTERVENTO (Allegato “A” Regolamento)

L’area di insediamento delle attività oggetto di agevolazione è quella compresa nei quattro quartieri storici cittadini di LANCIANOVECCHIA, BORGO, CIVITANOVA E SACCA.

3. ATTIVITÀ AMMISSIBILI

Le iniziative imprenditoriali ammesse a contributo dal presente bando sono le seguenti:
a) nuove aperture di esercizi pubblici per la somministrazione di alimenti e bevande di cui alla L.R. n. 11/2008 e successive mm. e ii.;
b) nuove aperture di attività artigianali e di attività commerciali rientranti nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali tra cui, a titolo esemplificativo, si indicano le seguenti categorie:
- metalli pregiati, pietre preziose, pietre dure e lavorazioni affini;
- tessitura, ricamo ed affini;
- terracotta, ceramica ed affini;
- dipinti, sculture e altre opere dell'arte e dell'ingegno;
- ferro e affini;
- prodotti turistici;
c) nuove aperture di attività artigianali nel settore alimentare;
d) nuove aperture per la vendita di prodotti tipici e della tradizione locale.

Sono ammesse al contributo anche le attività risultanti da trasferimenti di sede dell’esercizio da altre zone del territorio comunale.

4. SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda di ammissione al contributo le imprese, di qualsiasi forma giuridica e che rientrano nella categoria di microimpresa.
Sono ammissibili a contributo le imprese che hanno avviato una delle attività elencate al precedente punto n. 3 in data successiva al 1.04.2017 o che intendono aprire o trasferire, in uno dei quartieri storici cittadini nel 2018.
Hanno diritto di partecipare alla selezione per l’erogazione del contributo coloro che:
a) non si trovano in una delle condizioni di incapacità a contrattare con la P. A. di cui all’articolo 120 delle legge n. 689/1981 e s.m.i.;
b) possiedono i requisiti prescritti dall’art. 71 del D. Lgs n. 59/2010 e all’art. 1, commi da 6 a 10 della L.R. n. 11/2008 e s.m.i. (se trattasi di attività commerciali);
c) non si trovano nelle condizioni previste dall’art. 67 del D. Lgs 159/2011 (Codice delle leggi antimafia);
d) non hanno ottenuto, nell’esercizio finanziario corrente e nei due esercizi finanziari precedenti, contributi pubblici percepiti in regime “de minimis” per un importo complessivo di € 200.000,00.

5. SPESE AMMISSIBILI

Gli incentivi previsti dal presente bando sono finalizzati alla realizzazione di interventi necessari all’insediamento dell’attività.
In particolare, sono ammissibili al contributo le tipologie di spesa riferite:
a) alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali da adibirsi all'esercizio dell'attività, ivi compresi i locali di deposito e di servizio, sempreché contigui e direttamente comunicanti con i locali destinati alla vendita o alla somministrazione, nonché a quelle di carattere tecnico necessarie all’eventuale variazione di destinazione d’uso dei locali;
b) all'acquisto ed installazione di attrezzature fisse o mobili strettamente inerenti all'esercizio dell'attività di vendita o di somministrazione;
c) alla realizzazione degli arredi strettamente inerenti l'esercizio dell'attività di vendita o di somministrazione, ad eccezione dei complementi d'arredo.

Ai fini dell'ammissibilità al contributo:
 le attrezzature e gli arredi di cui sopra debbono essere nuovi di fabbrica;
 le spese potranno essere antecedenti alla data di pubblicazione del bando in corso
(con riferimento alla data di emissione della fattura).
Non sono ammissibili al contributo le spese per l'acquisto di veicoli, delle merci e le spese accessorie quali, a mero titolo esemplificativo, quelle relative all'imposta IVA, alla stipula dei contratti di fornitura dei servizi, spese notarili e di registrazione degli atti, spese tecniche di progettazione o di assistenza tecnico-amministrativa, spese inerenti la telefonia mobile.
Sono altresì escluse le spese per interventi finanziati mediante operazioni in leasing.

6. MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande, in carta semplice, indirizzate a COMUNE DI LANCIANO- Settore Servizi alla Persona, Funzione Attività Produttive – Largo Tappia, 7 – 66034 Lanciano, dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13,00 del 30.04.2018, utilizzando la modulistica predisposta dal Comune, pena l’esclusione.
Le domande potranno essere presentate con le seguenti modalità alternative:
• consegna a mano presso Ufficio URP, Piazza Plebiscito: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e nei pomeriggi di martedì e giovedì, dalle 15.30 alle 17.30.
• tramite PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
• invio a mezzo raccomandata A/R.

In caso di consegna a mano e di invio per plico postale, la busta contenente la domanda dovrà riportare sul frontespizio la dicitura “Richiesta Contributo Centro Storico”.
Per l’inoltro tramite posta elettronica certificata, nello spazio riservato all’oggetto della comunicazione, dovrà essere riportata la seguente dicitura “Richiesta Contributo Centro Storico”. Il richiedente deve corrispondere obbligatoriamente al titolare della mail certificata. La domanda e i relativi allegati dovranno essere tutti sottoscritti dal richiedente.
Per la consegna a mano la data di presentazione risulta dall'apposito timbro della "data di arrivo" apposto dall’ufficio URP del Comune.
Per invio con raccomandata A/R farà fede la data di arrivo della raccomandata al protocollo comunale.
Per le domande inoltrate tramite posta elettronica certificata, farà fede la data registrata dal sistema informatico.
Il Comune non si assume alcuna responsabilità per ritardi conseguenti ad eventuali disguidi postali, o imputabili a terzi, a caso fortuito, di forza maggiore o a qualsiasi altra ragione.

Sono motivi di esclusione:
• la presentazione della domanda con modello diverso da quello predisposto dal Comune;
• la presentazione della domanda incompleta;
• la mancata sottoscrizione della domanda;
• la mancata sottoscrizione degli allegati alla domanda;
• la mancata presentazione della documentazione da allegare, compresa copia del documento di identità del richiedente.


7. CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E PREDISPOSIZIONE ELENCO BENEFICIARI

Alla scadenza del termine stabilito nel presente bando, il Dirigente preposto ed il personale del Servizio Attività Produttive procederanno alla valutazione delle istanze pervenute, sulla base di apposita istruttoria, a seguito della quale verrà stilato l’elenco dei beneficiari.
Solo in caso di domande concorrenti verrà predisposta la graduatoria dei beneficiari, nel rispetto dei seguenti criteri di priorità:

a) per i richiedenti con un'età compresa            punti 20
tra i 18 ed i 35 anni
( si considera anno di nascita senza tener
conto di mese e giorno)

b) per i richiedenti di sesso femminile                punti 3, aumentati di punti 2 se trattasi di mamma lavoratrice;

c) per l’apertura di pluriattività punti 5

d) per l’apertura di esercizi per la vendita           punti 5
di prodotti tipici, di tradizioni locali e
del settore delle lavorazioni artistiche e tradizionali

e) professionalità ed esperienze precedenti
del richiedente nel settore specifico in cui            punti 5
si intende aprire l’attività.

L’esperienza lavorativa deve essere di almeno tre anni, comprovata da relativi titoli.
I punteggi sono cumulabili tra loro.
La graduatoria verrà predisposta in base ai punteggi conseguiti da ciascun partecipante.
A parità di punteggio, verrà data preferenza all'età inferiore del concorrente.
In caso di ulteriore parità, la posizione in graduatoria sarà determinata dall'ordine cronologico di arrivo delle domande.
Nel caso in cui il soggetto concorrente è una persona giuridica, i criteri soggettivi sopra elencati saranno riferiti al legale rappresentante della stessa.

8. ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI

I contributi saranno assegnati agli aventi diritto e, in caso di graduatoria, fino ad esaurimento del fondo a disposizione e quindi nei limiti delle disponibilità.
Il Comune si riserva la facoltà di richiedere eventuale documentazione e/o chiarimenti sui dati forniti dall'impresa nella domanda di contributo, assegnando un termine perentorio di cinque giorni lavorativi per fornire quanto richiesto.
Decorso tale termine, la domanda verrà valutata sulla base della documentazione agli atti.
L'istruttoria sarà conclusa entro 90 giorni dalla data di chiusura del bando.

9. COMUNICAZIONE DELL’ESITO DELL’ISTRUTTORIA E DELL’AMMISSIONE AI CONTRIBUTI

Il Comune provvederà a comunicare a tutti i partecipanti l'esito dell'istruttoria e l'ammissione o meno ai contributi, a mezzo di apposita raccomandata A/R.
L’elenco dei beneficiari (o graduatoria), sarà pubblicato all’Albo Pretorio on-line e sul sito internet www.comune.lanciano.chieti.it
L’Ente si riserva altresì di sospendere, modificare o annullare la procedura relativa al presente avviso.

10. EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO.

Gli interventi devono essere realizzati entro nove mesi dalla pubblicazione della determinazione dirigenziale di cui all’art. 7 del Regolamento.
Il contributo verrà erogato in un’unica soluzione per l’intero ammontare concesso, solo previa verifica dell'ultimazione dei lavori e sulla base della rendicontazione dei costi sostenuti, attraverso la presentazione delle fatture di spesa, debitamente quietanzate, nonché dell'effettiva apertura al pubblico dell'attività che dovrà avvenire entro i successivi novanta giorni, salvo proroga per gravi e giustificati motivi adeguatamente documentati.

11. OBBLIGHI DEI SOGGETTI BENEFICIARI

I soggetti beneficiari hanno l’obbligo di tenere in esercizio l’attività nei locali del centro storico per almeno 5 anni a decorrere dalla data di concessione del contributo, pena la revoca delle agevolazioni ricevute secondo quanto prescritto dal Regolamento.

12. AVVIO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO AI SENSI DELL’ART. 7 L. 241/90.

In ottemperanza a quanto disposto dall’art. 8, comma 3, della L. 241/90, si comunica che il procedimento sarà avviato al momento della ricezione delle domande e che gli elementi di cui al comma 2, del predetto articolo, sono i seguenti:

Amministrazione competente

Comune di Lanciano

Oggetto del procedimento

4° Bando per la concessione di misure di sostegno economico a nuove iniziative imprenditoriali artigianali e commerciali, finalizzate al recupero, promozione e riqualificazione del tessuto sociale e urbano dei quartieri del centro storico di Lanciano

Responsabile del procedimento

Dott.ssa Valeria FAZIA - Servizio Attività Produttive

Rimedi esperibili in caso di inerzia dell’amministrazione

Ricorso giurisdizionale al TAR entro 60 gg.; in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg. dalla data di scadenza

L’Ufficio presso cui si può prendere visione del bando integrale

U.R.P. ubicato in Piazza Plebiscito n. 59/61 – piano 1° -  oppure uffici Attività Produttive in L.go Tappia, 7  -oppure sul sito www.comune.lanciano.ch.it

 

 

Lanciano, 20.12.2017


L’ASSESSORA ALLE   ATT. PRODUTTIVE                                                                 LA DIRIGENTE SETT. SERVIZI ALLA PERSONA
       FRANCESCA   CAPORALE                                                                                        Dott.ssa  GABRIELLA  CALABRESE

 

MODELLO DI DOMANDA

MOD. "DE MINIMIS 2017"

DICHIARAZIONE PROSECUZIONE ATT. 5 ANNI

 

Comune di Lanciano - Piazza Plebiscito, 59 - 66034 Lanciano (ch)

P.I. 00091240697
eMail Certificata: comune.lanciano.chieti@legalmail.it
Tel. 0872-7071 - Numero Verde 800 015 810

 

Per informazioni sul sito: urp@lanciano.eu

 

 

html5 468c9 css3 9115a

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo.
Ok